Il Femminile in Francese

Come distinguere una parola maschile da una femminile in francese

Si capisce se una parola è maschile o femminile GUARDANDO LA DESINENZA.
In genere il segno distintivo del femminile in francese è la "-E" muta in finale di parola, ma ci sono comunque le dovute eccezioni.
Come regola generale tuttavia, prendete per buono il fatto che per formare un femminile basta aggiungere una "-e" alla parola maschile (aggettivo, sostantivo, participio passato che sia).
Esempio:
un ami / une amie
mangé / mangée

A volte questa "-e" in finale di parola può anche far cambiare la pronuncia, poiché le lettere che non si leggono in finale di parola (-d, -t, -p, -s, -x, -z) con quella "e" muta non chiudono più la parola e quindi vanno enunciate.
Esempio:
un Japonais [sgiaponè --> chiedo perdono per questa trascrizione pane al pane vino al vino] / une JaponaiSe [sgiaponesz] (n.b: la "s" fra due vocali ha sempre un suono sonoro, "sz", come se fosse un ronzio).

Eccezioni

Le parole maschili che terminano in "-e"

Non si aggiunge una "-e" alle parole che in maschile terminano di per sé con una "-e" muta (e quindi non accentata): in questo caso, sia il maschile che il femminile si scrivono e si pronunciano allo stesso modo, e sarà l'articolo che ci indicherà il genere della parola. Esempio: un élève / une élève (n.b.: anche la parola "enfant" rientra negli omografi maschile - femminile pur non terminando per "-e": un enfant / une enfant, un bambino / una bambina)

Quando per maschile e femminile si usano due parole diverse

Alcuni nomi hanno un femminile completamente diverso dal maschile:
  • l'homme / la femme: l'uomo / la donna
  • le père / la mère: il padre / la madre
  • le mari / la femme: il marito / la moglie
  • le garçon / la fille: il ragazzo / la ragazza
  • l'oncle / la tante: lo zio / la zia
  • le mâle / la femelle: il maschio / la femmina (si dice solo per gli animali)
  • le cheval / la jument: il cavallo / la giumenta
  • le coq / la poule: il gallo / la gallina

Quando si usa il maschile sempre, perché quella parola non esiste al femminile

Questo vale anche se si parla di una donna!
UN écrivain, médecin, architecte, chauffeur, maire, auteur, professeur (n.b.: si può dire "la prof.", ma anche se avete una professoressa di francese, resterà sempre "le professeur") vainqueur, témoin, chef d'orchestre...

Quando si usa il femminile sempre, perché quella parola non esiste al maschile

Femminile Francese Mimosa
Le mimosa (è maschile in francese!)
È il caso inverso: vale quindi anche quando si parla di un uomo!
UNE personne, victime, personnalité, vedette, brute, canaille...

Quando si aggiungono altri elementi oltre alla sola "-e", o cambia proprio la desinenza

  • blanc --> blanche
  • frais --> fraîche
  • beau --> belle
  • vieux --> vieille
  • creux --> creuse; amoureux --> amoureuse (se una parola termina per -eux il femminile sarà sempre -euse!!!!)
  • boulanger --> boulangère; fermier --> fermière; premier --> première (se una parola termina per -er il femminile sarà sempre -ère!!!!)
  • lion --> lionne
  • Michel --> Michelle
  • loup --> louve
  • naïf --> naïve; captif --> captive (gli inglesi hanno assorbito questa regola per i singolari e plurari: vedi life-lives / leaf-leaves)
  • quotidien --> quotidienne

Tutte le desinenze del femminile in francese

Ecco una lista di desinenze che vi danno la certezza al 100% che vi trovate di fronte a una parola femminile:

  • -ade: la rigolade
  • -aille: la bataille
  • -ance: une alliance
  • -ée: la fiancée ECCETTO: LE muséee, LE lycée
  • -eille: la bouteille
  • -ence: la présence
  • -erie: la charcuterie
  • -esse: la gentillesse
  • -ette: la cigarette
  • -euille: la feuille
  • -ie: une envie
  • -ière: la pâtissière
  • -ise: la marchandise
  • -aison: la liaison
  • -sion, -tion, -xion: la passion, la nation, la réflexion
  • -té (solo per i nomi astratti! Altrimenti questo è un maschile, attenzione!): la santé, la bonté, la charité
  • -ude: la solitude
  • -ure: une allure
Se notate bene, tutte queste desinenze terminano sempre per -e! Ma attenzione, perché una "-e" finale da sola non vi dà la certezza di trovarvi di fronte a un femminile. QUESTE 2 DESINENZE CON LA -E SONO MASCHILI: -age: le fromage; -isme: le nationalisme.
Poi ci sono le parole in -eur (la splendeur, la douceur) che sono in gran parte femminili. Le eccezioni maschili in questo caso sono: le bonheur, le malheur, le professeur, l'ingénieur e tutti i mestieri del caso. E basta!

Date anche un'occhiata al post sulle parole che in francese e in italiano hanno la stessa origine ma sono di genere opposto!

Ecco qua, mi sembrava giusto affrontare questo argomento in occasione della Festa della Donna! :)

Post più popolari