Lo Slam, Arte Oratoria Popolare Francese

Perché mi piace lo Slam

L'arte oratoria popolare mi è sempre piaciuta. Del resto, a chi non piace ascoltare storie e incantarsi seguendo la musicalità delle parole? Dai tempi dell'Erasmus, c'è qualcosa in particolare che mi fa amare la Francia, nonostante a volte ci sia un po' di incomprensione coi cugini d'oltralpe, e che ci sia sempre qualcuno che torna da Parigi e dice che sono tutti antipatici. Questa cosa (unita alla possibilità infinita che offre il francese di formare giochi di parole) è lo SLAM.
Lo Slam è l'esibizione pubblica di un poeta. Chi fa slam è innanzitutto uno scrittore di parole, e non di musica. La differenza sostanziale fra il rap e lo slam è che nello slam non la musica, e che si fa slam senza tanti orpelli (non ci sono i tipici calzoni con il cavallo ai piedi, le catenone d'oro al collo ecc., anzi, tutti gli accessori sono proibiti. Lo slameur è una persona comune, non appartiene come nel rap a un "gruppo sociale" di gente che si veste in un certo modo e ha un certo atteggiamento verso la vita).
Ci sono però le dovute eccezioni: lo slam si fa anche con la musica. Se uno non l'ha mai sentito, potrebbe sembrare rap di primo acchito (e il rap è in voga quanto negli Stati Uniti in Francia... leggetevi in proposito questo interessante articolo di Vice Italia sul rap francese). Successivamente, ci si accorge che gli slameurs sono di gran lunga più pacati dei rapper, e il disagio e le parole che riescono a tirare fuori non sono esattamente violente, benché chi fa slam si sfidi in tornei verbali proprio come accade per il rap.
Diciamo che questo genere (perché anche se nei tornei di Slam l'uso della musica è proibito, ripeto, esiste lo slam musicato) io lo considero un po' il Ghandi del ghetto, e sinceramente molte canzoni evocano un pathos urbano dagli effetti proprio irripetibili. Lo slam è un'arte oratoria che parte dal disagio di pochi (o di molti, di questi tempi) e che però arriva a tutti, anche grazie alla messa in musica delle poesie.


Grand Corps Malade

Grand Corps Malade
Grand Corps Malade
Questa idea che mi sono fatta dello slam non è casuale, ho qualcuno in mente: Grand Corps Malade, all'anagrafe Fabien Marsaud, di sicuro il cantante slam più famoso dell'Esagono. Il suo nome d'arte viene dal fatto che da adolescente ha riportato un incidente durante un tuffo in piscina, e parla dell'accaduto anche in una canzone.
Che dire, vi consiglio di migliorare il vostro francese anche solo per capire i suoi testi mentre li enuncia...

La FFDSP, Fédération Française de Slam Poésie

Ho trovato il sito della Federazione Francese di Poesia Slam, e navigando nelle FAQ ho pensato che sarebbe stato interessante tradurle perché  spiegano molto bene cosa sia lo slam e quali siano le loro regole e le loro dinamiche, sinceramente interessanti.

 

Per il momento vi lascio sospesi con una canzone (e in questa pagine ne trovate il testo per seguire) di Grand Corps Malade... e ditemi che ne pensate



Post più popolari